ISTRUZIONI

Autunno stagione di vendemmia. L’odore dell’uva, del mosto e sopratutto delle marmellate.

Oggi vi propongo la marmellata di Uva Nera anche detta Mostarda.

Io la faccio in modo molto semplice.

Trovate anche il video 🙂

In Calabria la marmellata di uva la si usa per dei dolci natalizi e per i bocconotti. Ma si può mettere sulle crostate o semplicemente su un pezzo di pane o fetta biscottata per accompagnare le vostre colazioni o merende.

Difficoltà: media

Tempo di preparazione totale 6/7 ore.

Seguimi anche su facebook, cerca la Pagina: Le ricette di Mavi e clicca mi piace.

Inizialmente lavare i grappoli d'uva e in seguito metterli a scolare per eliminare l'acqua in eccesso.

Una volta scolata prendere un contenitore ed iniziare a togliere gli acini ad uno ad uno dal grappolo d'uva eliminando i raspi. (vedi video al min.: 0.50 o foto)

Una volta eseguito questo procedimento, schiacciare gli acini con le mani, in modo tale da creare un po' di succo, (vedi video al min.: 1.30 o foto).

Versare il succo ottenuto in una pentola e iniziare a cuocere (fuoco medio) per circa 1 ora, tempo necessario per far diventare le bucce morbide e gli acini cotti). Mescolare di tanto in tanto per evitare che gli acini si attacchino sul fondo della pentola

Passato questo tempo ed una volta cotti, aiutandoci con un mestolo (per evitare di scottarci), mettere a scolare gli acini su di uno scolapasta posto sopra una scodella in modo tale da poter raccogliere il succo creatosi. Fare attenzione a scolare bene bene il tutto. Una volta scolati mettere gli acini in un'altra scodella e lasciare raffreddare per evitare di scottarsi.

Nel frattempo versare il succo ottenuto di nuovo nella pentola e rimettere sul fuoco. Una volta raffreddati gli acini disporli su di un apposito utensile chiamato "setaccio" (vedi video al min.: 4.05) o in alternativa potete usare anche il comune passatutto. (questo procedimento serve per evitare il passaggio iniziale del "togliere i semi" dagli acini ad uno ad uno).

Adesso schiacciare con le mani gli acini posti all'interno del setaccio, in modo da far uscire il succo e la polpa (vedi video al min. 4.25). Se si usa il passatutto, fare attenzione a non schiacciare troppo i semi altrimenti la marmellata verrà più amara.

Una volta terminata questa operazione, versare il succo e la polpa ottenuti nella pentola e lasciare cuocere fino a quando non raggiungerà la giusta densità (per capire se la marmellata è densa, metterne un po' in un piatto, fare leggermente raffreddare e vedere se ha la stessa consistenza vista in video o in foto), ci vorranno circa 3/4 ore. In questa fase aggiungere lo zucchero (circa 100/150 gr se l'uva è già dolce, 200/250 se l'uva è amara), il succo del limone e la cannella.

Una volta che ha raggiunto la giusta densità, mettere la marmellata ancora calda (aiutandovi con un mestolo ed un imbuto) nei vasetti precedentemente sterilizzati. Questo servirà per creare il sottovuoto.( Si raccomanda di chiudere in modo molto stretto e bene i vasetti). Infine riporre i vasetti a testa in giù (come in video al min.: 6.29) in un cesto o cassettina rivestita con delle coperte di lana. Coprire bene i vasetti e lasciare raffreddare. Una volta raffreddata potete usarla come più vi piace.

RECIPE RATING

( 0 Rating )

INGREDIENTI